giovedì 19 luglio 2012

certo, non hanno l'ubiquità

brutta esperienza stamattina per la mia allegra famigliola. premetto subito che non ci è successo nulla, così preveniamo qualche infarto. noi non abitiamo nella città dove lavoriamo quindi ogni giorno ci facciamo una passeggiata in macchina di una trentina di km in una strada che dire che non è bellissima è un eufemismo. arrivati a un certo punto incrociamo una macchina in senso opposto che come nei film di starsky & hutch prima sbatte in un muretto a secco a lato della strada poi spicca il volo e comincia una piroetta su se stessa. solo che non era un film e mi sarebbero servite un paio di mutande di cambio! vi giuro che me la sono vista addosso. paura? di più! mi tremavano le mani, maritozzo ha proseguito un pò poi ha trovato un punto dove fermarci e dove evitare un incidente pure noi (la macchina dietro di noi invece da bravo automobilista ha tirato dritto) ed è corso a vedere cosa fosse successo. io intanto inizio a chiamare 112.113.vigili e anche l'esercito della salvezza, ma pare che questa mattina la città fosse impazzita e tutti fossero già impegnati in altre emergenze. al terzo o quarto rimpallo richiamo mi pare i carabinieri e la conversazione è stata più o meno questa:

io: "senta io ho già chiamato ma..."
car: "e io le ho già detto che siamo impegnati"
io: "si ma se siete tutti impegnati da questo povero cristo chi ci viene?"
car: "signora se siamo da un'altra parte noi mica possiamo dividerci"
io :"grazie, buongiorno" e gli ho attaccato il telefono

non è possibile che in una città di 55.000 abitanti la polizia, i carabinieri e i vigili abbiano una macchina per uno e siano tutte impegnate che se arriva una chiamata e ti dico che mi si è quasi rovesciata una macchina sulla testa arrivi dopo 45 minuti? ah, ma non è finita qui. quando sono arrivati, belli freschi e arroganti come quello che mi ha risposto al telefono hanno anche avuto il coraggio di dirmi che era pericoloso il punto dove ero parcheggiata, tra l'altro anche con la bambina in macchina. dovevo buttarla nella cunetta? o dovevo fare come quello che è andato dritto fregandomene? mi sento anche dare della mamma degenere perchè mi sono fermata dopo aver assistito a un incidente? il mio maritozzo ha fatto il loro dovere per 45 minuti dirigendo il traffico, facendo rallentare le macchine che venivano poi nella mia direzione, prestando un primo soccorso a quei due che giusti giusti non erano (e meno male che c'era sandro perchè se ero sola non so che facevo) e loro arrivano e non hanno altro da dire che "signora, li è pericoloso".
certo se foste arrivati prima... e se dopo 5 minuti non avessi visto due macchine della polizia una ferma davanti a un bar e una davanti a un tabacchino, ora sarei meno arrabbiata.

ps: se mi arrestano mi portate le arance? anzi, visto che non sono di stagione portatemi le pesche...

francy

5 commenti:

  1. ti portiamo anche una torta.... ma la prossima volta tirate dritto e chiamate i rinforzi solo dopo aver parcheggiato in un luogo sicuro..... Dolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma eravamo in un posto sicuro,sono quelli che non avevano altro da fare e dire...

      Elimina
  2. ciao Luisa Sofia di nonno e mamma e papà!
    non c'è limite agli...str.zi. La loro mamma è sempre incinta! Sono d'accordo che quella strada è una trappola. Nonno faceva una strada parente stretta di questa che fate voi e vi capisco; ha se vi capisco....! vi abbraccio tutti e a presto!!!!

    RispondiElimina
  3. oddio...no ma dovevi vedermi Francy...leggevo con la bocca aperta. Ma non è che era una candida camera, tipo questa?
    http://www.vancouversun.com/Video+want+drama+Here+some+unreal+drama/6443641/story.html

    ;) solo per farti ridere un po'!

    RispondiElimina
  4. brava, hai inquadrato perfettamente la situazione!

    francy

    RispondiElimina