martedì 18 settembre 2012

primi giorni, anche quelli scampati

sono giorni di primo giorno di scuola

TANTO TANTO TEMPO FA...
tornando indietro di qualche imprecisato anno, anche io in questo periodo ero alle prese col primo giorno di asilo. io lì proprio non ci volevo andare, mia mamma doveva inventarsene ogni giorno una per convincermi a restare ad esempio che c'era una cosa buona a pranzo, oppure a pranzo non mi ci lasciava, oppure mi faceva trovare qualcosa di bello al rientro a casa. non che servisse più di tanto, il giorno dopo era sempre la stessa storia. riguardando qualche anno fa i disegni che facevo (guardati solo una volta in 29 anni di vita perchè neanche quello riesco a fare!) ho notato che i giudizi delle maestre erano molto severi a livello che se colorando uscivo dai margini, loro scrivevano "la bambina non sa colorare" (forse avevano già il POF). uno dei giochi che detestavo erano delle schede che raffiguravano un animale e avevano dei buchi e il malcapitato bambino doveva unirli con un laccio. io proprio non ci riuscivo a farlo e ricordo che un pò le maestre se la prendevano, aumentando così la mia gioia il giorno dopo nel rivederle! poco tempo fa "la solita mamma" ne ha parlato in un post, lo trovate qua. bhè, probabilmente avrò bisogno di un buon psicoterapeuta o magari di un buon spacciatore, ma qualche tempo fa ho rivisto quel gioco in un centro commerciale e se mio marito non si muoveva a portarmi via scoppiavo a piangere davanti a tutti.

DUE ANNI FA...
eh si la piccola luisetta bestia si accinge a frequentare il 3° anno di asilo nido. in principio ammetto di non essere stata tanto tranquilla, soprattutto vista la mia esperienza. ma è proprio vero che i bambini ci sanno sorprendere e per quanto piccoli siano hanno una gran bella personalità più che formata. pensavo di piangere a dirotto, di non riuscire a lasciarla li con delle estranee, che mi si sarebbe spezzato il cuore... ma vedendo lei che non mi si filava di pezza, diciamo che il distacco è stato meno doloroso. anzi per nulla, è vero che vedere loro tranquilli rende tranquille noi e ci fa affrontare la giornata in modo molto diverso. mi chiedo ancora come abbia fatto mia mamma con me.

CAMBIAMENTI IERI E OGGI...
l'anno scorso più o meno in questo periodo ci arrivava una bella mazzata tra capo e collo. il nido di luisa chiude, con un preavviso di 15 giorni. potete immaginare: problemi logistici, come fare per il lavoro, e chi lo trova ora un nido? insomma la mattina dopo mi metto subito all'opera e vado a chiedere in un nido vicino a dove lavoro. miracolo hanno posto! e insieme a luisa ci si trasferiscono anche un bel pò di bimbi e una maestra. inutile dire zero bisogno di inserimento.
settimana scorsa invece pareva stesse per succedere la prima cosa economicamente positiva del 2012.
ci arriva una telefonata dalla scuola materna del nostro paesino dicendoci che avevano preso luisa. il colloquio è per martedi alle 11. e già qui, mio marito gli fa "non si potrebbe in un altro orario?" e la segretaria "ah, perchè lavorate?" io le avrei risposto... no probabilmente per non essere troppo volgare non le avrei risposto. l'indomani mattina mi prendo mezza mattinata, mi vado a prendere luisa dal nido (incavolata nera, lei) e mi dirigo verso la scuola materna. come la vedono col panno mi fanno "no signora l'essere autonomi è un requisito fondamentale". preciso che nell'iscrizione avevamo detto che la bambina aveva il panno e loro avevano detto che magari se c'erano altri bambini si poteva fare una classe di piccoli e che per telefono la stessa intelligentona ha detto che avevano formato una classe di piccoli. oh deficiente e per telefono non potevi dirlo? io mi sono persa una giornata di lavoro per cosa, per farmi una chiacchierata con loro, ma se non ci sono i presupposti a me potrebbe anche non fragarmene una beneamata fava di chiacchierare con loro. i bimbi della classe di "piccoli" sono autonomi e poi loro non hanno nè le strutture nè il personale per cambiarli. fatemi capire ci vogliono strutture e una persona apposta per cambiare un bambino? e poi se a uno di tre anni gli scappa cosa fanno me lo lasciano sporco fino alle 4 o devo farmi 30 km io per andare a pulirla? poverine non lo possono fare loro quel lavoro li. avevo sottovalutato i discorsi disperati delle altre mamme che hanno a che fare con i nidi comunali e con le loro maestre.
insomma noi continueremo a stare dove stiamo, anche per la scuola materna. i primi giorni di scuola per luisa sono rimandati!

francy

9 commenti:

  1. x quanto riguarda te da piccola, credo che gli asili e le maestre siano cambiati tanto, e per fortuna. x quanto riguarda la situazione che ti è capitata, non conosco ovviamente il caso particolare, non so come siano organizzate le scuole nella tua città, nè che scuola sia quella di cui parli, ma un po' vorrei spezzare una lancia in favore delle scuole materne, nel senso che non è colpa delle maestre se certe cose non si possono fare. se la legge dice che deve esserci 1 insegnante x 25 bambini, è ovvio che anche un cambio di pannolino può essere un problema. e non è che se tuo figlio si fa pipì addosso non lo cambino (figurati, a noi è capitato spesso), ma una cosa è avere 1 bambino ogni tanto da cambiare, un'altra è avere dei bambini ancora col pannolino, in una struttura oltretutto che non prevede fasciatoi e personale apposito (perchè anche gli ausiliari, saranno 3 o 4 in tutta la scuola!). che poi se ci pensi al nido è imposta una educatrice ogni 7 bambini (giustamente) e alla materna magicamente basta 1 mese di vacanze e i bambini possono averne solo 1 ogni 25. è tutto un sistema impostato male, i nidi comunali sono quasi inesistenti, le materne sono lasciate allo sbaraglio, invece sarebbe più corretto un sistema di asili che inizia a 1 anno e finisce a 5, in cui gradualmente e rispettando i tempi dei singoli bambini si passa da pannolini, nanne, poca autonomia a piena autonomia in tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo sul fatto che li cambiano ho esperienze,raccontate da amiche,diverse dalla tua.però sul fatto che sia tutta l'organizzazione sbagliata,su questo ti do ragione

      francy

      Elimina
    2. sul fatto poi che le cose siano cambiate sono d'accordo:mio nipote ha frequentato la mia stessa scuola materna con una delle mie maestre e va ancora oggi che ha 10 anni a salutarla!quello è del tutto soggettivo.

      Elimina
    3. mi sono arrabbiata più perchè mi hanno fatto perdere una giornata di lavoro per una cosa che si sarebbe potuta dire tranquillamente al telefono più che per il fatto che non l'abbiano presa! scusa se ti ho risposto a rate!

      francy

      Elimina
  2. Ad inizio settembre avevo scritto il posto OBIETTIVO FALLITO: LO SPANNOLINAMENTO ESTIVO. Oggi, a distanza di 15 giorni circa, ce l'abbiamo praticamente fatta e grand parte del merito è delle maestre del nido dove va Cestino, che mi hanno incoraggiato e si sono rese disponibili a continuare lo spannolinamento anche li. Abbiamo iniziato con i pannolini mutandina. Loro li portavano in bagno a turno per fare pipì e per farli sedere nel water. Poi piano piano abbiamo tolto anche quelli. Ora Cestino va alla grande, più o meno e parte del successo è merito loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche le nostre maestre ci hanno detto che ci avrebbero aiutato però ci dev'essere un minimo minimo di aiuto anche da parte di luisetta,nel senso che almeno dovrebbe cominciare a dirlo.però anche io avevo pensato ai pannolini mutandina e magari vedendo i compagnetti farebbe un pò per imitazione,come ci era successo per lo svezzamento.ormai le provo tutte!

      francy

      Elimina
  3. Ciao e piacere di conoscerti, grazie per esserti iscritta al nostro blog, ricambio molto volentieri!
    Io non capisco perchè noi mamme dobbiamo obbligare i nostri bimbi a togliere il pannetto quando vogliamo noi! Secondo me ogni bimbo ha i suoi tempi, mio figlio l'ha tolto a tre anni ma già di notte era completamente asciutto e questo mi ha dato la possibilità di procedere anche per il giorno! Le maestre d'asilo secondo me dovrebbero venire incontro alle esigenze dei piccoli. A me è successo in ospedale, mio figlio è stato 2 mesi in incubatrice e c'era un'infermiera che non cambiava i neonati!!!!!!!! Ma si può?!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. benvenuta!hai ragione a volte dovremmo ascoltare di più loro e non l'anagrafe che dice che a due anni deve essere pronta.ora facciamo gli ultimi tentativi e se non va ci riproveremo l'anno prossimo.
      ti aspettiamo quando vuoi!

      francy

      Elimina
  4. qui papirozzo dice la sua la mia esperienza con l'asilo e stata orribile !!!!!! ho preso botte in tutte le maniere solo per una visione distorta di queste suore , vedere le immagini di quei piccoli presi a colpi ai giorni nostri da MAESTRE a cui tu affidi la cosa più cara che hai al mondo scusate ma mi auguro davero che queste brutture non accadano più , forse siamo stati fortunati con la nostra piccola e cosi spero che per tutti sia cosi .

    RispondiElimina