martedì 26 giugno 2012

mai promettere...

ovvero come fregarsi con le proprie mani...
la scorsa settimana luisa mi ha chiesto la pizza. sembra strano ma fa già le sue richieste e anche in modo deciso: ti si avvicina e con tutto il fiato che ha in corpo ti urla "PIZZAAAA!".
piccolo dettaglio: la scorsa settimana c'erano 40 gradi (non sto esagerando) e non era umanamente possibile pensare di accendere il forno neanche per una di quelle pizze pronte. così le prometto che alla prima giornata di maestrale l'avremmo fatta. non ci ha mai messo così poco ad arrivare il fresco: potevo sopportarlo ancora qualche giorno di caldo... ok, siccome una promessa è una promessa, dopo pranzo faccio la pasta e per cena serata pizza


notare l'espressione sognante nell'attesa che si cuocia... e ogni tanto va vicino alla porta del forno a vedere come procede. in effetti ha l'animo dello chef: l'ho beccata una volta riempendo un pomodoro col riso...


e ancor di più notare lo sguardo assassino nell'addentarla, meglio non avvicinarsi a quel piatto...

francy

Nessun commento:

Posta un commento