mercoledì 9 aprile 2014

amiche con l'antiaderente



piccolo dramma una di queste mattine a scuola. luisa arriva come ogni giorno accompagnata dal papà e trova una delle sue migliori amiche (se così si può dire a neanche 4 anni) che gioca al tavolino con un'altra bimba. quest'altra bimba quando luisa le si avvicina le dice
"lei è mia amica, tu qua non ci puoi venire non ci fai niente"
al che luisa col labbro inferiore sporgente e il mento tremolante segno si un evidente ed imminente straripamento lacrimale, dice alla sua amica
"ma tu sei mia amica!"
e scoppia inevitabilmente a piangere. a questo punto tutti a consolarla, sia il papà che le maestre che se la coccolano e l'abbracciano. ora per tutta la mattina io non ne ho saputo altro perchè papirozzo è venuto via e io al racconto dell'accaduto non ho potuto far altro che detestare per 5 ore quelle orribili e perfide bambine e scoppiare a piangere a mia volta come dopo la peggior delusione d'amore della mia vita.
all'una e mezza siamo andati a prenderla preoccupati per la mattinata d'inferno che poteva aver passato la nostra piccola incompresa. subito le chiediamo come fosse andata a finire con le amichette e sapete lei che ci risponde?

"tutto a posto mamma, ho smesso di piangere, mi hanno chiesto scusa, ci siamo abbracciate e abbiamo giocato col puzzle dei pesci!"

a questo punto io ho smesso di detestare le due orribili e perfide bimbe e ho iniziato a detestare la mia orribile e perfida bambina per la mattinata d'inferno che aveva fatto passare a me. beata lei per la sua capacità di ripresa, le cose le scivolano addosso neanche fosse una padella antiaderente. si quella che mi sarei sbattuta in testa io dopo la sua risposta...

francy

6 commenti:

  1. Le bambine purtroppo usano spesso quella maledetta espressione "tu non sei più mia amica" e la vittima cade nella disperazione. Non sarà l'ultima volta, preparati, in questo le femmine sono crudeli e determinate. Inizia ora a dire a Luisa di giocare con tutti, di trovarsi tante amiche, è l'unico modo di salvarsi da tale destino, che tocca tutte, così se qualcuna la rifiuta, lei non si sentirà sola. Negli anni, all'uscita di scuola dei miei figli non sai quanti pianti ho visto per questo motivo, direi unico motivo e ti dirò di più, i maschi, che hanno tanti difetti, non usano mai questo comportamento, si accettano sempre anche se qualche minuto prima si sono picchiati! ...Miglior amico maschio...cosa ne direbbe Luisa?! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per ora è ancora nella fase che i maschi non li vogliamo vedere!ma glielo consiglierò tutta la vita!

      francy

      Elimina
  2. guarda questo è più che normale, fra bambini alla scuola materna è un continuo essere migliori amici inseparabili e "adesso voglio giocare solo con lui tu non puoi stare con noi". e non è vero che fra maschi non accade, questi sono pregiudizi e stereotipi. la cosa più importante è starli a sentire e consolarli se te lo raccontano a casa, parlarci per fargli capire che sono cose che capitano ma senza dire male dei loro compagni. soprattutto sperare che le maestre sappiano gestire la situazione, cosa che io do per scontata visto che hanno titoli ed esperienza per farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ero pronta a doverla consolare per non so quanto ma loro avevano già risolto tutto tra loro. i pregi dei bimbi piccoli, magari tra qualche anno sarà peggio!

      francy

      Elimina
  3. Mio figlio ha una migliore amica che però da qualche tempo dice di essere diventata la migliore amica di un altro bambino....li per li ho pensato "chissà se ci e' rimasto male, sarà la sua prima delusione" poi quando glielo ho domandato lui mi ha semplicemente detto " guarda mamma che si possono avere più amici insieme!?!?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che forza!come ho scritto prima la loro forza è trovare soluzioni che per noi sembrano impensabili. loro ci arrivano in un attimo!

      francy

      Elimina