sabato 30 giugno 2012

e bbasta!

e come dice l'incazzatore "m'aggia sfugà!"
leggevo il post di un blog che seguo ( http://erounabravamamma.blogspot.it/ ) e ho notato il commento di una mamma, ovviamente molto più brava di me e di tutte le altre mamme del mondo, che diceva che non va bene portare in giro i bambini malaticci perchè se incontrano una futura mamma o altri bambini è molto pericoloso e bacchettava (testuale parola) la blogger per quello che aveva fatto (cioè portarselo in vacanza).
tutto questo mi ha fatto tornare in mente un episodio successo a una persona di mia conoscenza.
andando in giro con il nipotino che in quel momento aveva degli sfoghi dovuti a un'allergia (quindi assolutamente non contagiosa, ma questo alla super mamma non importa perchè lei deve farlo vedere quanto è super), si imbatte per sua sfortuna in un esemplare di mamma, simile a quella del blog che, guardandolo come un appestato e nascondendosi dietro le gambe il suo meraviglioso bambolotto (che per inciso è sempre malato anche se non vede mai nessuno), le dice con voce terrorizzata: "ha la varicella?" io le avrei risposto "si, te l'ho portato apposta per contagiare te e tuo figlio!".
ma che veramente queste pensano di essere meglio, che un'altra mamma non fosse altro che per il bene del figlio, lo porta in giro quando può essere un pericolo per gli altri ma soprattutto per se stesso? se si decide di portarli fuori è perchè lo si può fare, perchè magari la fase contagiosa della malattia è passata, perchè magari prima di farlo hai chiesto al medico, perchè anche noi mamme degeneri ce l'abbiamo il pediatra. no, loro prima ti guardano con una di quelle facce come a dire che razza di mamma è, poi ti fanno una bella lezione da super laurate che non sono e dopo, solo dopo, pensano di chiederti come stanno davvero le cose (per quanto poi possa interessarmi dare spiegazione a persone simili), per  poi restare convinte della loro idea di essere le elette...
pensano di amarli di più facendo così, pensano che se mia figlia ha la febbre ed è moribonda io mi diverto ad andare in giro a spargere i suoi germi ovunque per poi fare un mega raccolto di bimbi malati? e che palle, e siate un pò più sciolte, che tanto con dieci giri di sciarpa e la cuffia e soprattutto tappato in casa che non sia mai che prende un pò d'aria, vi si ammala lo stesso.

ooooh, ora sto meglio...

francy

3 commenti:

  1. viva noi mamme degeneri!!!!!

    RispondiElimina
  2. guarda, una volta dovevamo andare a trovare degli amici che avevano avuto da poco una bimba, mio figlio aveva avuto la sesta malattia ma si sa che una volta arrivata la "fase esantematica" sparisce la febbre e il bambino non è più contagioso, inoltre è impossibile ammalarsi sotto i 6 mesi. inutile dire che questi amici hanno detto che non volevano che lo portassimo con noi. e aggiungo anche che loro non hanno portato fuori la figlia fino a che non ha fatto la prima vaccinazione, neanche fosse un cane (che lecca per terra e mangia le cacche degli altri cani), come se si potesse prendere la poliomielite o il tetano semplicemente andando a passeggio in carrozzina. poco importa se la luce del sole è importante per la vitamina D, se respirare aria fresca è più salutare che stare chiusa in 4 mura, se tenere una neonata in un ambiente chiuso con tutti i parenti che vanno e vengono è il modo migliore per passarsi infezioni. certa gente non si rende proprio conto di quello che dice e fa, e soprattutto si dovrebbe fare ciò che dice il pediatra: se il pediatra dice che si può uscire si può uscire, se dice che è meglio stare a casa sta a casa. detto questo, ci sono anche tanti genitori che portano i bambini al nido o a scuola anche se sono malati - per necessità, nessuno dice il contrario, ma la necessità ce l'abbiamo tutti eppure quando capita una soluzione la troviamo - e si lamentano che le maestre sono delle streghe perchè glieli fanno riportare a casa o gli ricordano il regolamento (che poi è un regolamento dettato dalle normative). peggio ancora poi sono quelli che non gli danno gli antibiotici ma rimedi omeopatici e li portano comunque all'asilo. per me puoi curare (se dargli palline di zucchero è curare) i tuoi figli come vuoi, ma almeno abbi la gentilezza di tenertelo a casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no ma che scherzi?io mi riferivo ai genitori troppo esagerati come quelli che hai descritto tu,anch'io porto la bimba al nido e sono la prima a controllare che sia sempre tutto a posto prima di tutto per lei e poi per gli altri.come sempre la cosa giusta sta nel mezzo,non bisogna essere soffocanti ma neanche fregarsene!

      francy

      Elimina