lunedì 18 giugno 2012

la giusta collocazione nell'universo



bisogna ammetterlo, lei ha una gran vena artistica, anche se per ora disegna solo cerchi (sarà in contatto con gli alieni e i cerchi che disegna sono messaggi in codice per sterminare tutti i genitori del mondo?).
c'era un problema: dove mettersi a creare?
faceva quasi pena. provava nel divano, ma era troppo morbido. poi metteva il foglio per terra, ma doveva stare troppo abbassata (a me sarebbero scappati via i reni dopo 10 secondi). nel tavolo bisogna mettercela, perchè non la faccio arrampicare da sola. la soluzione era una e una sola: il banco scuola.
chi ha la mia età, cioè era piccolo a cavallo tra gli anni 80 e 90, (senza fare troppi conti) ricorderà il tormentone del "con gioca scuola, giocando impari" e sfido le stesse persone a non ammettere di averlo desiderato, aveva anche la lavagna!
ecco invece i bambini di oggi fortunati. insomma fortunati, sono 4 mesi che lo cerchiamo, a quanto pare l'azienda che li fa ne ha interrotto (credo solo momentaneamente) la produzione. alla fine i soliti supereroi indovinate chi sono? i nonni, che l'hanno individuato e braccato in un grande negozio di giochi, l'unico di tutta la sardegna dove noi non eravamo andati! ha un modo tutto suo di salirci (come tutte le cose) nel senso che si inginocchia nel seggiolino e poi tira giù le gambe e ha anche il coraggio di guardarmi e dirmi "seduta bene, brava isa"

                                                   

francy

2 commenti:

  1. meravigliosaaaa!che invidia!io nn l'ho avuto!-.- bimba moolto fortunata!:))fede

    RispondiElimina
  2. complimenti, Luisa Sofia di nonno!
    il tuo banco scuola è davvero...stravanato. devo però farti notare che le matite non vanno buttate sotto il banco scuola ma messe nell'apposita vaschetta che sta sul piano di...lavoro. un passo alla volta!!
    complimenti a nonna che è riuscita a trovarlo (per luisa sofia questo e altro)
    un abbraccio, anzi tanti abbracci!!

    RispondiElimina