sabato 31 agosto 2013

Il cerchio della vita – come le mamme diventano bugiarde

Correva l’anno 1987, i capelli erano gonfi e col ciuffo, le parole d’ordine erano scaldamuscoli e spalline e Sabrina Salerno era in cima alle classifiche. In un caldo paese del sud della Sardegna una mamma, approfittando di un momento di distrazione della sua bambina, le fece credere che il suo adorato ciuccio era misteriosamente stato inghiottito da un buco nero spaziale. La dolce bambina si disperò per qualche giorno poi, non potendo far altro, ne prese atto e se ne fece una ragione, salvo poi scoprire solo dopo 14 anni, al raggiungimento della maggiore età, tutta la verità sull’infame inganno.

Corre oggi l’anno 2013, i capelli sono rasati da una parte e lunghi dall’altra, le scarpe hanno zeppe e plateau e in radio ci ricordano di quanto la vita sia ricca di elemento primordiale (uh, uh, uh, che vita di merda!). Quella dolce bambina intanto è diventata mamma. Approfittando di un momento di distrazione della sua piccola Luisa, le fa credere che il suo adorato ciuccio è caduto nello stesso buco nero spaziale di 26 anni prima. La bimba l’ha cercato un po’ ma poi pure lei se n’è fatta una ragione. Aspettiamo la sua maggiore età per svelare tutta la verità sul secondo infame inganno, forse.


francy 

3 commenti:

  1. Ahahahahhhhh.....questa del buco non l'avevo mai sentita!!! ;-))))

    RispondiElimina
  2. ahahahah quante bugie ho scoperto anche io...e quante ne userò per paperetto! L'importante è usare fantasia :) ahahah il buco nero è una bella idea! e poi ci sono le "bugie bianche", dai!

    RispondiElimina
  3. QUI PAPIROZZO
    hi hi hi .... se la pera non cade lontano dall'albero il
    gene del male ha radici moolto profonde....!!!!!!!!!!!!!
    ciaociao nonnina regina dell' inganno
    ciaociao mammina principessa dell'inganno
    ciaociao luisa eeemmo te tocca !!!!

    RispondiElimina